Berna e dintorni


"Guten Tag" e "Bonjour"

Il cantone di Berna si trova nel cuore della Svizzera nel punto d’incontro di due culture, quella francese e quella tedesca diventando così un punto d’unione tra di esse. Questo è uno dei motivi perché la città di Berna è stata scelta, non solo come capitale dello Stato federale svizzero, ma anche come centro politico e culturale del paese.

Il Canton Berna è la terza maggiore destinazione del turismo svizzero. Ci si trova dei paesaggi mozzafiato; infatti, lo straordinario scenario montagnoso che si erge attorno alle tre celebri cime dell'Eiger, del Mönch e dello Jungfrau è stato inserito dall'UNESCO nella lista del Patrimonio mondiale dell'umanità. Il “Piz Gloria“ (Schilthorn) è diventato grazie al film di James Bond, Agente 007 - Al servizio segreto di Sua Maestà del 1969, un'attrazione mondiale. Molte e spettacolari ferrovie portano sulle diverse cime dell'Oberland bernese. Dal 1912, il treno della Jungfrau vi porta alla stazione in quota più alta d'Europa “Top of Europe” (a 3454 m/sm).

Capitale federale Berna, fontane, orsi e geni

Nel 1983, il centro storico di Berna è stato nominato dall’UNESCO Patrimonio culturale dell’umanità. I suoi vicoli sono in parte piccoli e stretti invece altri sontuosamente larghi. La Marktgasse è ornata da ambedue i lati da porticati chiamati “Lauben”. Essi raggiungono una lunghezza complessiva di 6 km e donano alla città vecchia il suo carattere medioevale. L'edifio più importante della città è lo “Zytgloggenturm” (Torre dell’Orologio). La “Kornhaus”, il granaio della città, è oggi trasformato in centro culturale, mentre in alto svetta sopra i tetti cittadini, sul blu cobalto del cielo, con le sue sottili torri il “Munster”, la cattedrale tardo gotica. Le molte case borghesi, le piazze, le molte fontane, ricordano la gloriosa storia della città e della Repubblica la cui potente influenza politica, nei secoli passati, si estendeva al nord delle Alpi fino all'attuale Cantone di Vaud.

26 gettiti d'acqua, come il numero dei Cantoni svizzeri, bagnano la piazza di fronte al Palazzo del Parlamento, sede del governo e delle nostre due camere del parlamento. L’orso, animale simbolo della città, dal 2009 ha ricevuto una nuova dimora. Tutta la famiglia di questi orsi s'incontra ora direttamente sulle rive del fiume Aare in un bel parco spazioso, che porta il suo nome.

„Es war doch eine schöne Zeit damals in Bern“ - Erano bei tempi allora a Berna

Albert Einstein abitava al n°49 della Kramgasse (oggi memoriale Einstein). Il grande fisico e premio Nobel viene ricordato nel Museo Storico, con informazioni complete sulla sua vita e le sue opere. Al di là del fiume Aare si trova il Museo di Storia Naturale. Tra i reperti ivi conservati si trova ad esempio Barry, il cane di salvataggio più famoso del mondo, un San Bernardo pura razza. Degno di nota è anche il centro Paul Klee presso l'Ostring: l'edificio a forma di onda è stato disegnato dall'architetto Renzo Piano.

Il mercato delle cipolle ("Zibelemärit") ha luogo l'ultimo lunedì di novembre ed è la festa locale più importante di Berna.

Interlaken - tra due laghi

Interlaken giace tra i laghi di Thun e di Brienz, e vanta una rinomanza internazionale grazie a questa sua posizione eccezionale. Alpinisti ed escursionisti partono da qui per andare via Lauterbrunnen o Grindelwald, alla Kleine Scheidegg e ancora più avanti sulla Jungfraujoch o alla parete Nord dell'Eiger. Al centro del paese c‘è la Höhematte, un prato, dove passa accanto il percorso della “Höhenweg“ (Via Alta) che porta ad una vista spettacolare del massiccio della Jungfrau. Gli alpinisti che vogliono avere informazioni sulle cime da scalare, possono rivolgersi al Museo del Turismo alla Jungfrau. Ogni dodici anni, in questa regione, viene organizzata una tra le feste europee più curiose: la “Uspunnenfest”, una festa dei pastori delle alpi che fu organizzata la prima volta nel 1805. La prossima festa avrà luogo nel 2029. Nel palcoscenico naturale del Rugen viene eseguito dal 1912 il dramma di Schiller „Guglielmo Tell“, la storia dell'eroe nazionale svizzero.

Grindelwald è la più grande località turistica della regione, mentre Wengen ha il vantaggio di  essere totalmente libera dal traffico motorizzato. La vicina Lauterbrunnen vanta invece la famosa cascata dello Staubach così come altre 71 cascate.

Thun - castelli, montagne e ambiente del sud

La città di Thun è benedetta dal suo straordinario panorama alpino e lacustre. Su uno sperone roccioso alla foce del fiume Aare, troneggia il suo marcante castello. Thun, con la sua città vecchia, il lungo fiume Aare e il suo lago, invita il turista a trattenersi per lunghe passeggiate. Nel quartiere di Scherzlingen si può visitare la chiesa datata del VIII secolo, come anche il Parco Schadau con il suo castello (e il suo ristorante) che contiene il Museo svizzero di gastronomia. Una vista d'insieme sulla cittadina di Thun degli anni 1814 può rallegrarvi presso il “Thunpanorama”, il più vecchio panorama fotografico del mondo ancora visibile.I castelli intorno al lago di Thun, Hunegg a Hilterfingen, il castello Oberhofen e il castello di Spiez invitano i visitatori a scoperte appassionanti di nobili dinastie e della loro storia. Il parco del castello di Oberhofen è uno dei più imponenti di tutto l'arco alpino.

Una crociera sui laghi di Thun e Brienz darà un benvenuto rilassamento al vostro corpo così come alla vostra anima.

Entries 1 a 12 di 24  [ <<  1 2  >> ]